In un paese bruciato dal Sole, l'Australia

(di Bill Bryson)

bill bryson australiaDopo la strepitosa passeggiata nei boschi degli Appalachi, Bill Bryson è partito per l'Australia: l'isola più estesa del mondo e che è anche un continente, l'unico continente che è anche una nazione, l'unica nazione che è nata come una prigione. Armato di tanto tempo, del suo immancabile diario di viaggio e di inesauribile ironia e curiosità, Bryson ha attraversato in treno l'interno desertico, ha guidato nelle città e lungo le strade costiere, ha camminato e navigato, e si è fermato a parlare più o meno con tutti quelli che ha incontrato.

Leggi tutto

Sulla via della seta

(di Italo Barazzuti)

sulla via della setaBalcani, Turchia, Iran, Turkmenistan Uzbekistan, Kirghizistan, Kazakistan, Russia, un giro di oltre 20000 km percorsi con grande passione e determinazione, sacrifici -sul piano fisico- e lotte interiori -su quello emotivo- ma anche con simpatia e voglia di conoscere, immergersi nel diverso, buttarsi a capofitto nell'incognito... di misurarsi con se stesso e con i propri limiti. Il percorso è spesso accidentato e impegnativo ed è incredibile che sia stato percorso con una Goldwing, Thelma, che l'autore è quasi disposto a credere abbia veramente un'anima, alle soglie dei suoi primi 300000 km, capace anche di "piangere" (olio dalle forcelle), quando viene temporaneamente abbandonata a Bishkek.

Personalmente ho provato una forte empatia nel leggere questo libro, provenendo dal fallimento di un tour molto simile a quello qui descritto. Fino a sud di Teheran mi sono sentito a fianco dell'autore, che raccontava paesaggi ed emozioni quali io stesso avevo vissuto pochi mesi prima; nel seguito del racconto ho poi avuto la sensazione che Italo quasi mi permettesse di completare il mio viaggio sfortunato. E quando lui ha dovuto interrompere il suo, per impellenze di lavoro, ho capito la sua delusione, per averla provata io stesso quando ho dovuto invertire la rotta.

Auguri di buona riabilitazione, Italo e a presto in sella! Abbiamo bisogno dei tuoi racconti di viaggio.

Sulla via della seta
libro autoprodotto (non distribuito in libreria)
2007 - pagg. 128
Prezzo: € 14

Stan Trek

(di Ted Rall)

stan trekChi si accinge alla lettura di questo libro per informarsi meglio prima di un viaggio -sulla "via della seta", a Samarcanda, in Mongolia, ecc.- attraverso i paesi degli "stan" (Afghanistan, Kazakistan, Turkmenistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Tagikistan), può darsi che alla fine vi rinuncia... al viaggio, dico! Il fatto è che Ted Rall, giornalista e vignettista americano finalista al Pulitzer, non ha peli sulla lingua nel denunciare trame e giochi di potere per il controllo energetico in Asia centrale, gli interessi degli USA e dell'occidente in territori che costituiscono un mix esplosivo di miseria, dittature e violenze, dagli sviluppi catastrofici più probabili nel prossimo futuro. Ma il viaggiatore incallito e curioso, può darsi che, proprio per questi motivi, alla fine si decida con ancora più determinazione a farlo questo viaggio.

Stan Trek (di Ted Rall)

ed. BeccoGiallo
2009, 384 p.
€ 17,00

...verso la Mongolia!

(di Italo Barazzuti)

verso la mongoliaUn omaggio al coraggio e alle avventure di un grande viaggiatore! Nel suo ultimo, grande, viaggio "Las Americas 2009-10" di quest'anno ha avuto un brutto incidente in Alaska, proprio quando stava per completare l'attraversamento delle Americhe, iniziato da Buenos Aires giusto un anno fa. Avevo ordinato i suoi libri per leggerli tutti e recensirli, ma lui era in viaggio, ho aspettato tanto e poi... la brutta notizia. Forza Italo, vorrei tanto che il pacco con i tuoi libri e CD potessi confezionarmelo e spedirmelo tu stesso!

...verso la Mongolia! (di Italo Barazzuti)
128 pagine
14 €

Collegatevi al suo SITO per ulteriori informazioni sulla sua vita, i suoi viaggi, le sue pubblicazioni, le sue avventure e su quello che noi possiamo fare per lui.

Long Way Round

(di E. McGregor e C.Boorman)

long way roundOk, siamo di fronte a un prodotto spudoratamente commerciale, scritto da attori famosi, che hanno avuto mezzi economici impensabili per i comuni mortali e sempre accompagnati da mezzi di appoggio e fotografo al seguito, però il libro è bello da leggere (se avete la fortuna di trovarlo!) e i posti e le avventure raccontate fanno lievitare il desiderio dei grandi viaggi. La versione in DVD potrà piacere maggiormente ma bisogna accontentarsi di dialoghi inglesi sottotitolati. Il viaggio si svolge dall’Inghilterra fino a New York, attraversando l’Europa Centrale, poi quella Orientale e l’Asia, quindi l'America del Nord, per 30.000 km in sella a delle BMW 1150 GS Adventure, che dovevano essere delle KTM se la casa austriaca non avesse avuto paura del fallimento (o dei costi?) della spedizione.

Long Way Round
Anche in versione DVD

Mondadori (collana Strade blu)
2005, 308 p
€ 17,00

DVD: PAL - Formato 1,33:1
Lingua inglese (sottotitoli in italiano)
€ 26,90

In Patagonia

(di Bruce Chatwin)

in patagoniaIl Libro dei libri di viaggio. Bellissimo. Un pezzo di pelle di Milodonte, creduto da bambino come un pezzo di pelle di Brontosauro, diventa l'oscura spinta interiore di Chatwin ad effettuare, da adulto, questo (a suo stesso dire) insensato viaggio -e forse, pellegrinaggio- in una terra misteriosa ed altamente evocativa. Ancora di più per un americano. Tra panorami sconfinati, esuli, emigrati, tra echi di pistolettate di Butch Cassidy e accenti stranieri che si perdono tra generazioni e generazioni, in un mondo che cambia sempre più, Chatwin viaggia a piedi senza una palese meta, se non il recuperare la pelle del Milodonte. Un viaggio a ritroso nel tempo, e sprofondando nella propria psiche.

il Bostro

In Patagonia (di Bruce Chatwin)

Adelphi
1982 , pp. 264
euro 10,00

Il viaggio con gli stivali

Alle foci del Volga con la motocicletta

(di Tobia Desalvo)

viaggio con gli stivaliTobia è un lisstaiolo che nel 2004 ha l’occasione di comprare una Transalp usata dell’87, con la quale intraprende una serie di viaggi, dapprima di "perlustrazione", poi via via sempre più impegnativi, fino a quello descritto nel libro.

L'autore preferisce viaggiare da solo, o meglio, "con Transalp", suo fidato amico. Arriva fino a Volgograd (la sovietica ed eroica Stalingrado) e ad Astrakan, alle foci del Volga, e rientra attraverso la Crimea, dopo una sosta vacanziera sulle spiagge di Soci (sede delle prossime Olimpiadi invernali del 2014).

La solitudine ha i suoi lati positivi (permette di fermarsi, fare deviazioni, gestirsi il tempo in tutta libertà, fare nuove amicizie e convivere con famiglie del luogo), ma comporta anche rischi (continue fermate da parte di poliziotti corrotti e arroganti e piccoli furti durante le soste notturne); tutte cose, comunque, messe in conto dall'autore prima della partenza.

Non manca lo spirito positivo e concreto del viaggiatore curioso e che sa adattarsi: è divertente il modo in cui trasforma i fastidiosi "stop" da parte della milizia in una partita in cui i gol subiti sono le "multe" che via via è costretto a pagare, mentre quelli messi a segno sono le volte in cui riesce a farla franca con una storiella qualsiasi o con una fermezza di carattere a viso aperto.

Lo stile narrativo è aperto e personale e l'interpretazione da parte del lettore non viene mai interrotta, tanto è preso dalla verve narrativa e dalla curiosità di scoprire il seguito di un racconto che diventa anche quello di un viaggio che vorrebbe intraprendere.

Il viaggio con gli stivali
Alle foci del Volga con la motocicletta
di Tobia Desalvo
Il Ponte Vecchio editore
2011 - pp. 176
€ 13

Il mondo sotto due ruote

(di Ciocio Cavallo)

mondo sotto due ruoteEra da tempo che volevo leggere questo libro di Ciocio (Massimo). Grazie a lui ho conosciuto per la prima volta l'Africa quando, con Passione e Avventura, ci accompagnò fino alle dune dell'Auwbari, in Libia, lui in 4x4, in qualità di organizzatore, ma con spirito da motociclista qual è sempre stato. Ciocio non è uno scrittore, come non lo sono tanti narratori di viaggi; ma dimostra però, ed è quello che qui ci interessa di più, di essere un grande viaggiatore e di saper comunicare, con semplicità e passione, le emozioni che prova girando il mondo su due ruote, dalla Patagonia all'Australia, dall'Africa al Medio Oriente.

Il mondo sotto due ruote (di Ciocio Cavallo)
editore L'ARTISTICA
2007 - pagg. 144
14.00 €

Il giro del mondo in moto

(di Marco Deambrogio)

giro del mondo in motoMarco è un 'pazzo'. Ha raggiunto il Polo Nord con gli sci con una spedizione Russa. Ha attraversato da solo a piedi la Guinea. E' andato in moto a Kabul da solo nel 2002, quando già la guerra era iniziata. Un bel giorno decide di fare il giro del mondo in moto, e parte. Libro molto interessante. Sia chiaro, Deambrogio non ha uno spessore culturale tale da riuscire a sottolineare flessioni emotive a noi estranee, né la capacità di sfruttare un linguaggio poetico per sottolineare determinati schizzi di viaggio. Ma forse è proprio questo il bello, la sua semplicità, la sua semplicità animale che me lo fa piacere molto di più, ad esempio, di un Bettinelli.

il Bostro


Il giro del mondo in moto (Marco Deambrogio)

Sperling & Kupfer
2006 - pp. 224
€ 16,00

I viaggi di Jupiter

(di Ted Simon)

viaggi jupiterIl signore in questione ha replicato a oltre 70 anni quel giro del mondo in moto, rifacendo lo stesso giro e in un secondo libro (Dreaming of Jupiter) dovrebbe aver riportato le sue impressioni, sensazioni, emozioni nel vedere case sperdute ora in mezzo ad una citta', ...

Leggi tutto

Hasta la fin del mundo... in Vespa!

(di Lorenzo Franchini)

hasta la fin del mundoCosa spinge a portare delle piccole ruote da dieci pollici verso strade polverose, in uno dei posti più sperduti del pianeta? Voglia d’avventura? Passione? Incoscienza? [...] Nel racconto le immagini si susseguono, pare di sentire il vento che ti accompagna nella Pampa fino all’estrema Patagonia, quel vento che piega la Vespa e urla di solitudine, mentre i protagonisti si stringono aggrappati ai manubri dei loro scooter. Strade, polvere, pioggia e briciole di umanità incontrata lungo il percorso. [...] Più si è piccoli e più il mondo appare immenso, dove cielo e terra si confondono fino a toccarsi in un generoso abbraccio. Così è stato per questi uomini e le loro Vespa.

Tiziano Cantatore, direttore di Mototurismo


Hasta la fin del mundo... in Vespa!

A.Car Edizioni
2009 - Pagine 395
Prezzo 19 €