• dsc 0018
  • DSC 0045
  • IMG 3765
  • IMG 3753
  • IMG 1980
  • lissta2013
  • pa151905
  • IMG 2012
  • Pano 0013
  • IMG 6223

Storia dei gruppi regionali

Indice articoli

Lazio: Breve storia del gruppo Laziale

Un grande cantautore ormai del passato canta "La storia siamo noi".
Già noi, oggi quel noi è cambiato rispetto a quello lontano 8 gennaio 2001.
Eravamo 4, davvero 4 gatti transalpari accomunati dalla TA e dal web.
Stessa età, stessi interessi e tutti più o meno nel momento della vita in cui le cose cambiano, in cui decidi se adeguarti al conformismo o lasciare che le passioni qualunque esse siano mantengano una voce forte nella tua vita.
La moto, la voglia di andar in giro in cerca di amicizia ed emozioni.
Qualcuno, da fuori, la definisce sindrome di Peter Pan.
Io ho iniziato a chiamarla TA-Roma.
E cosi' in poco tempo i 4 sono diventati 40, oggi 400.

La serata in cui i nickname della mailing list diventano volti e voci è un ricordo che ancora accappona la pelle:
l'esitazione di presentarsi, chiedere "ma tu sei Simbaz?" con il timore di sentirsi rispondere "ma scherzi, mi chiamo Simone" viene travolta e dimenticata da valanghe di parole.
Siamo i 4 gatti di cui parlavo all'inizio, gatti randagi ma che sembra si conoscano da altre vite.
Sembra un attimo e all'una del mattino siamo ancora li' sul marciapiede di viale trastevere a raccontarci di noi e a buttare giù un seme che germoglierà presto nei giorni a seguire.
E così iniziano le scorribande nei dintorni di Roma, Bolsena, la valle del Chianti, Forca d'Acero e poi tante tante serate davanti ad una pizza, un panino (più spesso una grigliata) od una buona bionda alla spina.
Si parla tanto e di tutto: la LISSTA, l'informatica, viaggi, meccanica e moto e cose da fare.
L'anno dopo c'è la prima esperienza di partecipazione in gruppo ad un motoincontro della mamma LISSTA nazionale, Siena 2002.
Rimane l'incontro più voluminoso della storia LISSTA e personalmente il più coinvolgente. Pioggia, i conti che non tornano, il rientro del sabato alle 11 di sera da Siena, destinazione Roma.
Ricordo ancora un paio di km sull'autostrada percorsi con il solo faro di posizione, la luna ad indicarci protettiva il sentiero verso casa, le voci di tanti amici appena conosciuti ancora nella testa mentre il casco sembra far faticare a contenerle tutte.
Il 30 dicembre 2002 i 4 gatti sono diventati 4 amici al bar, ed in un bar di Scandriglia complice l'adrenalina di un pomeriggio a girare sugli sterrati del monte Flavio, decidono che forse non sarebbe male organizzare un incontro in stile LISSTA: tante belle strade, tanto buon cibo e amici vecchi e nuovi da conoscere.
Basta un niente è nel primo weekend di ottobre dell'anno successivo nasce la prima edizione del Cuppolone. E' il Cuppolone dei tanti listaioli arrivati da ogni parte d'Italia, dei viottoli bianchi di Sperlonga, del tramonto sulle dune di Sabaudia, della fila di lucine rosse che si inerpicano sui tornanti di Norma, e del primo raid all'interno della capitale alla domenica mattina: chi ha dimenticato la corsa con la scorta della municipale sulla Colombo a 90km/h ed i semafori fissi sul rosso? Altre emozioni, pelle d'oca e una lacrima che affiora timida.
Le edizioni dell'incontro romano diventano 7, le presenze variano, le emozioni anche. Giriamo tutte le provincie del Lazio, addirittura sconfiniamo in Abruzzo in quel di Scanno con una bellissima edizione in piena estate.
Ma la TA-Roma è anche altro.
Nascono le tradizioni, il primo giro di ogni anno, Amatrice nel mese di febbraio neve permettendo, ed il giro che chiude il calendario della LISSTA nazionale, Gubbio.
Il Rustellata degli ultimi anni a spezzare il digiuno di uscite in piena estate.
Sono incontri che spesso cementano amicizie con le mailing list regionali della LISSTA e all'interno delle quali nascono storie di amicizia difficile da raccontare quanto difficile che possano ripetersi.

Passa il tempo e la storia vede momenti di tensione, una secessione nel 2005, amici che se ne vanno, poi tornano e ti giurano eterna amicizia.
Momenti in cui qualche provocazione diventa addirittura un momento per far rinascere un'amicizia.
Ma si, qualche parola di troppo,c'eravamo sbagliati. E poi non siamo mica romani? Un pò veraci, un po' duri, spesso senza peli sulla lingua, e come si dice a Roma "quanno ce vo', ce vo' ".

Qualche amico in questo lunghissimo percorso se ne va' e purtroppo per lidi troppo lontani da raggiungere per noi che cavalchiamo una moto sull'asfalto di questa terra.
Manlio subito, Marco nel 2006. Buona strada ragazzi, siete sempre in quell'angolo dello specchietto di destra a seguire questo nostro viaggio.

E infine nasce, e continua da ormai 10 anni, il Birradì.
Non è più un evento, non importa se a parteciparvi si è in 2 o in 50, il birradì vive ormai di vita propria.
Non c'è venerdì dell'anno che almeno un listaiolo romano non indica il birradì nella capitale.
E' il momento in cui la famiglia TA-Roma si ritrova intorno alla tavola alla fine della dura settimana lavorativa per guardarsi negli occhi e sapere che siamo ancora qui, siamo noi, i 4 amici al bar di tanto tempo fa.

E la storia continua ............