• Pano 0013
  • dsc 0018
  • IMG 3765
  • DSC 0045
  • IMG 2012
  • IMG 6223
  • pa151905
  • lissta2013
  • IMG 3753
  • IMG 1980

I miei sogni da bambino . . .

Autore: Giammarco Giommi alias Teorico

Pochi messaggi nella nostra mailing list.....eppure il cattivo tempo dovrebbe renderci meno "girandoloni" e più "loquaci"........
Con questo pensiero butto giù un bel pezzo OT (off topic per chi non capisce le sigle....non c'entra un caps per chi non capisce l'inglese) che mi gironzola per la testa (vuota) da un paio di settimane.......

....qualche tempo fa ero un bambino......forse molto tempo fa.......almeno ero un bambino ANCHE di fuori......ora forse lo sono ancora dentro........

Dicevo...ero un bambino.... e come tutti i bambini sognavo la moto ed invidiavo tutti coloro che potevano permettersi una due ruote a motore.......

Quanti brum brum fatti con la bici.....quante ore passate nella vicina officina solo per "sentir parlare" di moto, solo per respirare quegli odori "forti"....la benzina....l' odore "ricinato" del TTS usato sulle moto da cross........

Quanto dispiacere per un pistone grippato....per una moto caduta.....per una moto "maltrattata" dal proprietario, magari lasciata a marcire senza nemmeno la protezione di una tettoia, di un garage.......

E quanta invidia quando dal lunotto posteriore della R4 di mio padre osservavo i centauri con i capelli al vento, inguainati nelle loro tute in pelle, superarci in velocità.....quanti saluti da quel lunotto.....e spesso i centauri rallentavano, mi guardavano divertiti e contraccambiavano........già a quel tempo pensavo: "gran bella gente i motociclisti"......

Passavano gli anni e io passavo sempre un pò del mio tempo libero in officina.....i primi "motociclismo", poi "motosprint"...poi entrambi.....e poi "in moto".....e poi "tuttomoto"...e poi tutti quanti insieme.......

Per qualche anno ho letto tutto quello che c'era in edicola sulle moto.......e continuavo ad andare in officina....e piano piano conoscevo "i motociclisti" e iniziavo a parlare con loro......Parlavo di moto anch'io che praticamente non c'ero mai montato sopra.......

Quante volte mi rileggevo le "sensazioni di guida".....i resoconti dei viaggi.....ero talmente "trasportato" dalle letture che mi sembra vi essere li', in sella, con il nastro d'asfalto scorrere sotto le mie ruote........

Ma la moto non c'era......Era solo un sogno.....lontano e irrealizzabile.

E gli amici dell'officina mi avevano dato un nomignolo: "Teorico". Si Teorico. Perchè ero pieno di "nozioni" e di "dati tecnici", parlavo di "tecnica motoristica" e di "sensazioni di guida" come il più consumato dei motociclisti......ma andavo ancora tremendamente a piedi......

Ma sapevo che sarei diventato un motociclista.

E arriva il grande giorno. Sono passati tanti anni, Tanti anni fatti di piccoli e grandi sacrifici, tanti anni segnati dagli eventi e dalle
esperienze di tutti i ragazzi....i primi amori, la patente dell'auto, il militare, la perdita di una persona cara, la prima storia seria, la donna della tua vita.........

Poi arriva Lei. La mia TA. l'abbiamo scelta insieme, con Bebi. Nera, lucida, bellissima!!!
Sono finalmente un motociclista.
E mi accorgo che sono passato dall'altra parte del lunotto. I bambini mi salutano con la manina divertiti. E io contraccambio.
Capiscono tutto i bambini....... Capiscono il significato dell'essere liberi, dell'essere splendidamente così vicini alla natura, capiscono che andare in moto è semplicemente straordinario.......un loro sorriso è la più grossa soddisfazione e rivincita per tutto quello che subiamo per strada...........

I miei sogni di bambino si sono avverati............

Grazie amici per avermi letto fino qui.

Teorico & Bebi & Transalp XL600V neranera
Loreto (AN)