• pa151905
  • dsc 0018
  • Pano 0013
  • IMG 3765
  • lissta2013
  • IMG 1980
  • DSC 0045
  • IMG 3753
  • IMG 2012
  • IMG 6223

Canto di primavera

Autore: Alessandro Margnetti alias Orso Poeta

Ci sono tanti modi per sentire che la primavera è arrivata: ilprofumo dei fiori, l'improvviso arrivo delle rondini, il canto delcuculo.

Oggi ho sentito la primavera nel chilometro di sterrato che separala tana dal villaggio di Carena e nei diciotto tornanti che separano Carena da Giubiasco. Non credo di aver guidato meglio del solito, manello sterrato e sul ghiaietto mi sembrava di poter fare quello che volevo: la moto scodinzolava un poco, ma sembrava che lo facesse per contentezza e che chiedesse solo di accompagnarla una voltacaricando su una pedana e una sull'altra.

Da Crena in giù bisogna stare attenti a un paio di curvoni ciechiche ti permettono di incrociare senza problemi un'automobile che circoli regolarmente tenendo la sua destra, ma che potrebberometterti in difficoltà se invece dell'automobile ti si parasse davanti l'autopostale che garantisce uno sporadico collegamento fra
Bellinzona e la Valle.

Poi arrivano i tornanti. Su alla tana il termometro segnava 31° alsole. L'asfalto deve essere bello caldo. Salvo sorprese, la gomma terrà. E così la moto piega e piega e senti l'asfalto vicino alloscarpone da montagna e la traiettoria ti viene bella pulita: un colpo di qa e uno di là e pensi alle ultime bavette sul bordo delbattistrada che magari ce la fai a toglierle. Un tornante dopo l'altro e curvoni e mezze curve e se guardi l'orizzonte ti accorgi che assume inclinazioni inconsuete. Mi viene da ridere in silenziodalla contentezza per questa strada che mi sta regalando dodici chilometri di gioia. All'ultimo curvone prima di arrivare sullapiazza di Giubiasco un insetto mi lascia una chiazza sugli occhiali.

Forse una farfalla. Ragazzi, è primavera!

P.S. Per chi volesse vedere la strada:

dopo aver digitato http://map.search.ch/ puntate con il tastosinistro del mouse fino ad avere una risoluzione a 1km (la vedete sotto la cartina, in basso a sinistra). Continuate a ingrandirepuntando su Giubiasco. La Valle Morobbia si snoda alla vostra destra verso Lôro, Pianezzo, Carmena, Melirolo, Melera, Carena.

Ciao!