Leggi e normative

Sezione a cura di Luca "Lawyer"

Art. 186 C.d.S. Guida in stato di ebbrezza

Attenti all'alcool!!!

alcool

Quasi giornalmente si assiste sulle strade a controlli da parte delle forze dell’ordine a controlli sul tasso alcolemico di conducenti di auto e motoveicoli.
Altrettanto spesso si sente il soggetto controllato giustificarsi con la frase: ho bevuto solo un bicchiere e … scatta la sanzione, accompagnata nei casi più gravi da una denunzia penale.

Proviamo a chiarire quali sono le attuali norme in vigore, consci che studio una nuova riformulazione dell’art. 186 del C.d.S. (codice della strada) che dovrebbe prevedere una tolleranza zero. Si guida solo se si è completamente astemi.
Chiariamo subito un aspetto che può sembrare scontato ma non sempre è così.

Leggi tutto

Responsabilità del Comune in caso di sinistro

Quando l'Ente pubblico deve risarcire

custom moto incidentata

La giurisprudenza si è occupata in numerosissime occasioni delle richieste di risarcimento per danni avanzate da cittadini nei confronti dell'Ente che ha la proprietà ovvero la disponibilità e il godimento del bene demaniale, in particolare di strada pubblica, allorché si verifichino incidenti determinati, in tutto o in parte, dalla negligenza dell'Amministrazione nel custodire la res e/o nel fornire agli utenti adeguate segnalazioni del pericolo;
si è parlato, in proposito, di responsabilità della P.A. per l'esistenza di "trabocchetti" o "insidie nascoste". la Cassazione, con una recentissima pronuncia (Cass. Civ. Sez. III, sentenza 15/10/2010, n. 21328), ha ribadito e precisato alcuni principi già enunciati in una sentenza di solo alcuni mesi prima (Cass. Civ. Sez. III, sentenza 22 aprile 2010, n. 9456).

Leggi tutto

Circolare esplicativa Ministero Trasporti sul parcheggio moto

Parcheggiare La moto, cosa dice il ministero.
Parere Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 25/1/2009
Istanza circa la corretta interpretazione e applicazione delle disposizioni del Codice della strada in materia di stalli di sosta nei parcheggi e lungo le strade. (V.s. nota del 24 gennaio 2009)
---------------------------------------------------------------------

Leggi tutto

Caschi - Non serve contestazione immediata

immagine
La Cassazione si è espressa sulla possibilita' di contestare in un secondo momento la violazione dell'art. 171 C.d.S.

ll motociclista che guida senza indossare il casco può essere multato anche se i vigili non hanno fatto la contestazione immediata. 

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (sentenza n.11656/2010) specificando peraltro che l'art. 200 del codice della strada "prevede che la violazione sia immediatamente contestata al trasgressore quando possibile". Ciò significa che, secondo quanto chiarisce l'art. 384 del d.P.R. n. 495/92, non c'è bisogno di contestazione immediata nei casi di materiale impossibilità ad effettuarla. Nel caso esaminato dalla Corte i vigili non avevano fermato il motociclista perché in quel momento erano impegnati in un'altra contestazione. 

Luca {Lawyer}

Targhe clonate : che cosa fare

Esperienza ormai giornaliera mi induce ad affrontare un problema che potrebbe colpire ognuno di noi e a cercare di dare piccoli suggerimenti su come difendersi in caso venga notificato un verbale di contestazione per divieto di sosta o per essere entrati in una zona a traffico limitato ecc. ecc., in paesi in cui non siete stati nei giorni in cui avreste commesso l’infrazione o in cui non siete mai stati.

Leggi tutto

Cammino di una legge

Il cammino parlamentare di una legge

L’iter di una legge inizia con la presentazione, al Senato o alla Camera, di un progetto di legge; tale potere è attribuito dalla Costituzione a ogni singolo parlamentare, al governo, al popolo (con la firma di almeno cinquantamila elettori), a ciascuna regione e, su determinate materie, al Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (CNEL).

Leggi tutto

Photored

Contestazione immediata - la Cassazione ha detto:

Ormai noto alle cronache per alterne vicende il photored continua ad essere oggetto di molteplici interventi della Suprema Corte di Cassazione.

Leggi tutto

Punti patente

Punti patente - ultime decisioni della Cassazione

Il codice della strada, come ormai noto a tutti, ha istituito, con modifiche del 2003, la così detta patente a punti.
Introdotta in Italia a partire dal 1 luglio 2003, è un meccanismo attraverso il quale, ad ogni conducente di un veicolo viene attribuito un punteggio (inizialmente 20 punti) che viene decurtato in caso di infrazioni. All'esaurimento dei punti disponibili per conservare la patente è necessario superare nuovamente l'esame di teoria e l'esame di guida.

Leggi tutto

Tuning e decreto milleproroghe

Dubbi interpretativi

DECRETO MILLE PROROGHE E TUNING

Ad integrazione dell'articolo già pubblicato e viste le modifiche normative intervenute negli ultimi giorni si ritiene necessario affrontare alcuni chiarimenti.

Leggi tutto