• Home
  • In memoria di Donato

In memoria di Donato

Memorial page (su transalppuglia.com)

In memoria di DonatoElogio funebre

Mi chiamava "vecchietto" ma non mi ha mai trattato come tale (eppure lo sono... quasi), visto che con lui e la sua cara Lena abbiamo scorazzato con tutti i mezzi, per tanti viaggi e incontri motociclistici, in perfetta allegria e spensieratezza, come non sempre si riesce a fare con i migliori amici coetanei.


Così come canzonava, con spirito e divertimento, chiunque fosse suo amico, scherzando su alcuni tratti caratteristici del canzonato di turno. Vero Maurice? (fino a poche ore prima del triste evento di giovedì mattina). I malcapitati sono diventati i suoi amici più cari e preziosi; li ritroviamo qui in mezzo a noi, provenienti da tutta Italia, dalla Sicilia, Calabria, da Roma... .

 Chi non l'ha conosciuto personalmente, ma ha dialogato con lui al telefono perchè aveva bisogno di qualche aiuto, ne parla semplicemente come di una brava persona disponibile, "come traspariva dalla voce", dicono.

Donato era, effettivamente, una brava persona disponibile: faceva centinaia di km per andare a trovare un amico o chiunque avesse bisogno di lui. Certo, la passione per la sua Transalp e l'ebbrezza dell'«andare» lo facevano volare via come il vento, ma lo ha fatto con tutti i mezzi, e non sempre con il bel tempo.

Donato era un perfetto organizzatore di eventi. Coordinava le attività del nostro gruppo pugliese ma ha dato una mano anche per la riuscita di ogni nostro incontro in quasi tutte le regioni meridionali... mettendoci del proprio! A onor del vero, questo è un tratto caratteristico di tutti quanti noi del gruppo LISSTA, che organizziamo le cose a "rimborso zero". Ma LUI era un campione in questa forma di altruismo, che finiva per contagiare chi gli stava intorno.

Molti presenti ricorderanno l'evento "Orecchietta Tour" del 2013. Visto il nome, il pranzo della domenica non poteva che essere all'insegna di questo nostro famoso piatto pugliese. E quale migliore "location" se non un bel trullo e campagna circostante? Naturalmente, quelli propri! E via di gran carriera, Lena e tutta la famiglia di Donato (il papà Angelo, la mamma Maria, la sorella Martina, tutti gli altri familiari presenti) a lavorare per rifocillare quaranta brutti e sporchi individui e rendere l'evento indimenticabile... E infatti non lo abbiamo dimenticato. Come non abbiamo dimenticato la generosità dei familiari, che mostra "da chi ha preso" il nostro Donato.

È toccato a me leggere questo piccolo ricordo di Donato. Non avrei mai voluto che succedesse. Semmai, sarebbe stato più naturale che accadesse il contrario, prima o poi.

Chi è credente, pregherà Dio perchè gli dia la forza per superare questo triste momento. Ma tutti sappiamo che la morte non ci porta via completamente la persona che abbiamo amato. Le persone come Donato non muoiono per sempre, lo sentiremo sempre nel nostro cuore e fra di noi.

Mimmo Laddomada (o'professore)